ManaMana'

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Aperitivo del ciclista con la rastrelliera Ri.nuova


  • bici-rastelliera-small



    Cosa c’entrano un aperitivo del ciclista, un concorso che sviluppa nuovi oggetti a partire da quelli dismessi e un’ecobottega a San Salvario?

    Lo scoprirete mercoledì 31, a partire dalle 19, quando Verdessenza, l’ecobottega della sostenibilità di via San Pio V n. 20/F festeggerà con un aperitivo dedicato alle due ruote il felice arrivo di ri.nuova, la rastrelliera per biciclette a 6 posti nata – o meglio ri.nata – a partire da pallet di recupero e ferro grazie all’idea e alla manualità di un giovane creativo torinese. Lui si chiama Giulio Calicchio, ferrotranviere e studente di ingegneria industriale, è il vincitore di un concorso lanciato lo scorso anno dalle associazioni ManaManà e Bazura, col patrocinio e sostegno dalla Circoscrizione 8 della Città di Torino.

    Titolo del concorso, “Ri.nuovi. La seconda vita degli oggetti”, ovvero come reinvento con creatività e buona abilità manuale un nuovo presente (e un nuovo futuro) a oggetti dismessi, evitando di cestinarli come rifiuti. “Quello del riuso è una delle tre pratiche – accanto a riduzione e riciclo - che aiutano ad affrontare in modo efficace il problema dei rifiuti – spiegano i soci della Società Cooperativa Ecosum, che gestisce l’ecobottega Verdessenza – per questo la possibilità di ospitare davanti alla nostra attività questa rastrelliera per biciclette ci ha visti subito entusiasti: è un modo per incrementare l’attenzione sul riutilizzo come alternativa sostenibile all’usa e getta e contemporaneamente per incentivare la mobilità sostenibile sulle due ruote”.

    Mercoledì l’aperitivo sarà a tema: accantonati dunque streghe e zucche di Halloween, si festeggeranno bici, ciclisti e oggetti recuperati con un catering finger-food ecosostenibile preparato da Gaia ecobanqueting, che con il supporto tecnico del Centro Studi Ambientali di Torino farà attenzione a minimizzare l’impatto ambientale dell’evento servendo cibo sfuso, locale, stagionale e biologico.
    Il costo dell’aperitivo sarà di 7 euro, comprensivi di una quota destinata a finanziare l’assicurazione delle rastrelliere.

    Alessandra Mazzotta – Ecosum Soc. Coop – mazzotta@eco-sum.it – cell. 3388022591